Con il vento nei capelli: la lotta una donna

Il “vento nei capelli” per Salwa Salem, palestinese, è simbolo di libertà, quella libertà di seguire le proprie scelte e inclinazioni che non è scontata nella terra in cui è nata e che a 8 anni ha dovuto lasciare in seguito alla fondazione dello Stato di Israele e all’esodo di massa dei palestinesi.

Esiliata a Nablus, a 15 anni diventa un’attiista del partito Ba’ath e comincia a lottare per i diritti delle donne, per i suoi diritti in primo luogo: poter studiare è una conquista, così come fare l’insegnante in Kuwait e poi iscriversi all’università di Damasco. Sposarsi per Salwa è una scelta d’amore, così come fare dei figli nonostante le difficoltà della famiglia: con il marito poi si trasferirà in Austria e quindi in Italia. Con il vento nei capelli è l’autobiografia di una donna che ha dovuto combattere per ogni cosa: essere se stessa e seguire le sue scelte, ma anche far sentire la voce del suo popolo oppresso.

Salwa Salem

Con il vento nei capelli

Giunti, 2014

192 pp.